Cos'è la depressione

Nel linguaggio comune, quando si usa il termine "depressione" si intende in realtà il "disturbo depressivo" ma non tutti sanno che la depressione in sé non è una psicopatologia: la parola indica infatti un abbassamento del tono dell’umore caratterizzato da una forte tristezza ed è spesso legato al momento di vita oppure ad una situazione che la persona sta affrontando. Si tratta dunque di episodi di depressione lieve o di ‘depressione reattiva’ (legata ad un trauma subito).

Quando parliamo della depressione in quanto "disturbo dell’umore" invece, ci stiamo riferendo al "disturbo depressivo maggiore": intendiamo cioè una persona affetta da un umore depresso intenso e costante, che subisce una importante riduzione della produttività lavorativa, del contatto sociale e ludico; le persone che soffrono di disturbo depressivo tendono ad essere continuamente apatiche, disinteressate e affrontano con difficoltà gli impegni giornalieri, dimenticano le incombenze e smettono di uscire dedicandosi ad attività passive (guardare la televisione, stare a letto).

I sintomi della depressione

I sintomi fisici della depressione sono:

  • perdita di energie
  • senso di fatica
  • difficoltà nella concentrazione e memoria
  • agitazione motoria e nervosismo
  • perdita o aumento di peso
  • disturbi del sonno
  • mancanza di desiderio sessuale
  • dolori fisici.

Le emozioni provate da chi è affetto da un disturbo depressivo sono:

  • tristezza
  • angoscia
  • disperazione
  • insoddisfazione
  • senso di impotenza
  • perdita della speranza
  • senso di vuoto.

I sintomi cognitivi sono:  

  • difficoltà nel prendere decisioni e nel risolvere i problemi
  • ruminazione mentale
  • autocriticismo e autosvalutazione
  • pensiero catastrofico
  • pensiero pessimista.

I comportamenti caratteristici di una persona depressa sono:

  • evitamento delle persone e l’isolamento sociale
  • comportamenti passivi
  • frequenti lamentele
  • riduzione dell’attività sessuale
  • tentativi di suicidio

Come curare la depressione

Per combattere la depressione, è importante innanzitutto effettuare un’accurata diagnosi differenziale per comprendere cioè da quale forma di depressione è affetto il paziente (se situazionale oppure se soffre di un disturbo depressivo maggiore o di depressione in comorbidità con il disturbo bipolare).

Conoscendo il preciso quadro clinico del paziente, si può suggerire una psicoterapia nel caso in cui il paziente non sia affetto da depressione maggiore; in caso contrario, è indispensabile l’uso di psicofarmaci e, quindi, l’intervento congiunto tra psicoterapeuta (che si occuperà della psicoterapia appunto) e psichiatra (che prescriverà e monitorerà la cura farmacologica).

La terapia può aiutarti ad uscire dalla depressione

Chiamaci ora al 347 919 9463
oppure scrivici ad info@consultazione-psicologica.it